log in

Vivi la Parola


Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/templates/gk_game/lib/framework/helper.layout.php on line 199

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 272

Avere un padre, fa la differenza

Sir Edward John Poynter, 1890, Regina di Saba ricevuta da Salomone Sir Edward John Poynter, 1890, Regina di Saba ricevuta da Salomone

Salmo 72

O Dio, da' i tuoi giudizi al re e la tua giustizia al figlio del re;
ed egli giudicherà il tuo popolo con giustizia e i tuoi poveri con equità!
Portino i monti pace al popolo, e le colline giustizia!
Egli garantirà il diritto ai miseri del popolo,
salverà i figli del bisognoso, e annienterà l'oppressore! (vv.1-4)

Il salmo 72, scritto da Salomone in occasione della sua incoronazione, è ricco di verità che lo riguardavano come figlio di Davide, ma parla anche del compimento delle promesse di Dio a suo padre. Il regno di Davide sarebbe durato per sempre.

2 Samuele 7:12-13
Quando i tuoi giorni saranno compiuti e tu riposerai con i tuoi padri, io innalzerò al trono dopo di te la tua discendenza, il figlio che sarà uscito da te, e stabilirò saldamente il suo regno. Egli costruirà una casa al mio nome e io renderò stabile per sempre il trono del suo regno.

Dio aveva promesso a Davide che l’avrebbe benedetto, e sappiamo che questa promessa sarà compiuta appieno quando Gesù Cristo, discendente diretto di Davide, ritornerà sulla terra con gloria e potenza.

Isaia 9:6-7
Poiché un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato,
e il dominio riposerà sulle sue spalle;
sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente,
Padre eterno, Principe della pace,
per dare incremento all'impero
e una pace senza fine al trono di Davide e al suo regno,
per stabilirlo fermamente e sostenerlo
mediante il diritto e la giustizia,
da ora e per sempre:
questo farà lo zelo del SIGNORE degli eserciti.

Il salmo 72 ricorda e celebra la gloria del regno di Salomone, l’uomo saggio come nessun altro, rinomato e ricco. Ma il pieno compimento di questo salmo avverrà nel regno di Cristo.

Tu ed io abbiamo il privilegio di conoscere questo eterno e perfetto Re, Gesù Cristo! Il suo regno è privo di difetti, nulla gli sfugge. Tutti i suoi propositi sono eterni e giusti.

Capita a volte di pensare che il mondo sia sprofondato nel caos più totale, che tutto vada avanti convulsamente e senza speranza. I governi e i leader politici ostentano il loro potere sul futuro delle nazioni. Le tasse e le ingiustizie aumentano. Ma, leggendo questo salmo possiamo solo gioire, perché ci apre uno squarcio su come stanno davvero le cose! I disegni di Dio si stanno compiendo, anche se per il momento non siamo in grado di capire il suo lavoro perfetto. Come il salmista, confidiamo nell’opera di Dio.

E, mentre onoriamo Dio sottomettendoci alle autorità umane, come ci ha comandato, dipendiamo totalmente da Lui perché promuova la sua giustizia per proteggere i bisognosi e provvedere per loro.

Ti temeranno finché duri il sole,
finché duri la luna, di epoca in epoca! (v. 5)

Il regno di Salomone è stato grandioso finché è durato, il regno di Cristo, invece, sarà glorioso in eterno e di questo ci rallegriamo.

tutti i re gli si prostreranno davanti,
tutte le nazioni lo serviranno. (v. 11)

La maggior parte delle persone nel mondo non riconosce Dio come loro Re. Uomini e donne ignorano, anche di proposito, i suoi precetti e le sue promesse. Ma Egli regna da sempre e un giorno ogni ginocchio si piegherà davanti a Lui.

Se, qualche volta, il nostro atteggiamento e comportamento non rispecchiano la sicurezza e fiducia che abbiamo in Dio, è una incoerenza che dobbiamo confessare e abbandonare, perché conosciamo e serviamo il Re dei re; conosciamo il suo carattere, la sua saggezza, la sua potenza e amore.

Sia benedetto Dio, il SIGNORE, il Dio d'Israele,
egli solo opera prodigi!
Sia benedetto in eterno il suo nome glorioso
e tutta la terra sia piena della tua gloria!
Amen! Amen! (vv. 18,19)

Sei un figlio del Re? Allora perché non dovresti gioire delle sue benedizioni?

Al mio Padre e Re appartiene ogni cosa. Egli controlla ogni cosa: perché mai dovrei temere?
Il mio Signore e Re è saggio in tutto ciò che fa: perché non dovrei sottomettermi a Lui con fiducia?
Il mio Pastore e Re provvede per me quotidianamente: perché mai dovrei sentirmi solo?
Il mio Re glorioso regna per sempre: perché non dovrei adorarlo?

Possano gli amici e colleghi che ci osservano scoprire anche loro chi è Dio, perché noi Lo conosciamo. Che le nostre vite e testimonianze facciano sì che le persone glorifichino il nostro Re!