log in

Leggiamo la Bibbia - Primo anno


Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/templates/gk_game/lib/framework/helper.layout.php on line 199

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 272

Marzo [anno 1]

Consigli utili per raccogliere frutto dalla lettura della Bibbia

Per trarre il maggiore profitto dall’uso di queste note:

  1. Fissa un periodo di 15-30 minuti giornalieri per la meditazione e la preghiera.
  2. Chiedi a Dio di aiutarti a capire il testo prima che leggerai.
  3. Leggi attentamente due volte il passo assegnato prima di occuparti delle domande.
  4. Usa le domande non come quiz, ma come spunti per la meditazione e per applicare ciò che hai letto alla tua vita in ogni particolare.
  5. Scrivi su un quaderno, con la data, il pensiero che Dio ti ha particolarmente suggerito come applicabile alla tua vita.
  6. Finito il tempo della meditazione, passa del tempo in preghiera, particolar­mente per i soggetti che Dio ti ha suggeriti du­rante la meditazione.
  7. Se, per qualunque motivo, non hai letto regolarmente, leggi i passi dei giorni saltati, ma medita soltanto sul passo del giorno in cui ricominci. Così non perderai il ritmo dello studio.

Marzo 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31

1 marzo

Luca 11:35-54

Trovo facile attaccarmi alle mie piccole ubbidienze e vantarmene per giustificare le grandi disubbidienze?
La mia condotta contrasta con quello che professo? In che modo la mia mancanza di coerenza di vita influisce sulla fede in Cristo degli altri? (Vedi anche Romani 2:23,24).

2 marzo

Luca 12:1-12

Sono pronto per il tipo di giudizio predetto da Gesù? Il mio amore verso Dio e il timore di Dio come si manifestano nella mia vita? Come è illustrata la cura di Dio nei miei riguardi nei vv. 6-8 e 11?
Le mie azioni “riconoscono” o “rinnegano” Gesù?

3 marzo

Luca 12:13-34

È sbagliato essere previdenti e mettere da parte cose per il futuro? Qual era il peccato dell’uomo ricco?
Mi fido più di quanto possiedo che non di Dio? Quali tesori ho in cielo? Se mi fidassi più di Dio, quali cambiamenti si produrrebbero nella mia vita? Come posso mettere in pratica i vv. 32-34?

4 marzo

Luca 12:35-48

Che tipo di servi Cristo troverà al suo ritorno? Di che tipo sono? Perché Dio non ci dice precisamente quando Cristo tornerà? Nel leggere la Parola di Dio, il ritorno di Cristo è di solito accostato con un’esortazione alla vita santa. Cosa significa per me?
Il v. 48 parla di cose date e richieste. Che cosa Dio ha dato a me e cosa ne devo fare? Quanto mi richiederà?

5 marzo

Luca 12:49-59

È possibile andare d’accordo sem¬pre con tutti? Perché?
Nei vv. 54-56 qual è la cosa che Cristo rimprovera alla gente? Cosa vuol dire “riconoscere questo tempo” (vedi 2 Timoteo 3:1-5)?
Secondo i vv. 57-59 cosa devo fare se qualcuno ha qualcosa contro di me? Come si applica questo principio al mio rapporto con Dio?

6 marzo

Luca 13:1-17

Per me è facile riconoscere i miei peccati e ravvedermi? Perché?
La parabola del fico dimostra tre qualità di Dio. Quali?
Esattamente che cosa era l’ipocrisia nei vv. 10-17? Come si potrebbe manifestare in me? Fino a che punto devo sottomettermi alle usanze umane?

7 marzo

Luca 13:18-35

Secondo i vv. 18-21 come è il progresso del regno di Dio nel mondo?
Il regno di Dio è grande ma la porta per entrarci è stretta (vv. 22-30). Vi è pericolo che io ne sia escluso? Se dovessi spiegare a Dio perché credo di avere il diritto di entrare, cosa direi? Basterebbe?
Dio sa tutto. Allora, cosa vuol dire la frase: “Non so da dove venite”?
I vv. 31-35 fanno capire molte cose sul Signore Gesù, sul suo carattere, sulle sue motivazioni e sui suoi sentimenti. Fanne una lista dettagliata e poi fermati a ringraziarlo pregando di aiutarti a somigliargli.

8 marzo

Luca 14:1-14

Che cosa voleva far capire Gesù ai dottori della legge e ai farisei (vv. 1-6)? Come si applica a me?
Sembra che ci sia un insegnamento su come interpretare la Bibbia? Ho dei modi di parlare o di agire che rivelano il mio orgoglio nascosto? Il “bene” che faccio ad altri è calcolato in base ai miei doveri o ai miei interessi? Cosa devo fare per essere innalzato dal Signore?

9 marzo

Luca 14:15-35

Nella parabola del gran convitto il padrone:
1) INVITA chi?
2) chiede al servo di CONDURRE chi?
3) comanda la servo di COSTRINGERE chi?
Cosa rivelano questi verbi sui rispettivi gruppi di persone?
Secondo i vv. 22-32 seguire Gesù è una questione di emozioni o di calcolo razionale? Cerco delle scuse per non ubbi¬dire pienamente a Dio? Il mio amore per Cristo deve essere superiore che cosa? Quanto costa essere un vero discepolo di Cristo (vv. 26,27,33)?

10 marzo

Luca 15:1-10

Quali speranze di salvezza potrei avere se non fosse vero il v. 2? Ripensa al giorno della tua conversione, se c’è stata, e fermati a lodare Dio. Vi è mai stata gioia in cielo per conto mio? Quali sentimenti suscita in me la conversione di una persona? In che modo è possibile che anch’io disprezzi chi è lontano da Dio?

11 marzo

Luca 15:11-32

Di quale fame soffre chi è lontano dal Padre? Quali regali preziosi mi ha fatto il Padre quando sono arrivato da Lui? In quali cose assomiglio al fratello maggiore (vv. 29,30)?

12 marzo

Luca 16:1-18

La parabola del fattore infedele non elogia la disonestà, ma che cosa? Cosa sono le mie “ricchezze ingiuste”?
Quali sono delle “minime cose” che trascuro? Quale posto ha Mammona (i soldi) nella mia vita?
Quali sono le cose che potrei considerare “eccelse” che sono abominevoli invece davanti a Dio (v. 15)?

13 marzo

Luca 16:19-31

Per quale motivo il ricco finì nei tormenti (vv. 30,31)? Qual è allora lo strumento insostituibile e sufficiente per essere salvati? Quali cose si possono fare dopo morti? Che cosa NON si può fare dopo morti? Sarò contento dopo morto di ciò che ho fatto da vivo?

14 marzo

Luca 17:1-19

Per prevenire l’astio e il rancore in me, che cosa devo fare? Ricordo qualcuno a cui non ho perdonato tutto? Cosa richiede Dio da me?
I vv. 7-10 parlano di Dio o di me? Perché il Signore ha dovuto insegnare questa cosa?
Perché i nove lebbrosi guariti non sono tornati a ringraziare Gesù? Chi vive accanto a me vede in me la gioia e la riconoscenza che il lebbroso guarito dimostrò (vv. 15,16)? Cosa mette in risalto l’evangelista Luca nel v. 16? Cosa insegna sull’amore di Dio?

15 marzo

Luca 17:20-37

Cosa vuol dire la frase “il regno di Dio è in mezzo a voi”? La mia condotta è una dimostrazione vivente della venuta del regno di Dio (v. 21)?
Oggi prolificano false sette pseudo-cristiane. Quale deve essere il mio atteggiamento nei loro riguardi (v. 23) e per quale  ovvio motivo (v. 24)?
La vita spensierata dei tempi di Noè e di Lot è uno specchio dei tempi nostri (vv. 27,28), ma le cose elencate dal Signore non sono peccaminose di per sé. Quale fu, invece, allora, ed è ancora oggi, il peccato?
In che senso posso “perdere la vita” per Cristo (v. 33)?

16 marzo

Luca 18:1-14

Nella parabola della vedova e del giudice iniquo, quali somiglianze ci sono fra me è la vedova? E quali differenze fra il giudice e Dio? Di conseguenza, qual è la lezione che devo imparare da questa parabola?
Cosa vuol dire “essere giustificato” nel v. 14? Perché Dio non ha tenuto in considerazione le buone qualità del fariseo e le buone cose che faceva (vv. 11,12)? Vi sono nella mia vita delle cose di cui alle volte mi vanto? Faccio bene? Che cosa ha reso giusto il pubblicano?

17 marzo

Luca 18:15-30

Come accoglie un bambino il regno di Dio? Di quali persone intorno a me, che forse trascuro, Gesù si interesserebbe se fosse qui oggi?
Perché essere ricchi è spesso un male? Mi affatico di più per accumulare un tesoro sulla terra, o in cielo? In cosa consiste il tesoro in cielo?

18 marzo

Luca 18:31-43

Per quali motivi i discepoli non capirono Gesù? Quali potrebbero essere, invece, gli ostacoli per la mia comprensione della Parola di Dio?
Gesù avrebbe potuto guarire il cieco a distanza, come aveva fatto con il figlio dell’ufficiale reale (cfr. Giovanni 4:46-54). Invece, Lui fa tre cose precise. Quali? E perché? Le mie preghiere sono ferventi e precise quanto quella del cieco?

19 marzo

Luca 19:1-10

Perché Gesù sembrò cercare gli uomini peggiori per salvarli? Fa lo stesso oggi? Quali torti passati devo mettere a posto, come ha fatto Zaccheo, per dimostrare che sono salvato?

20 marzo

Luca 19:11-27

Chi erano i “concittadini” della parabola di Gesù (v. 11)? Quali persone viventi oggi sono simili a loro (v. 14)? Secondo questa parabola, che fine faranno (v. 27; cfr. vv. 41-44)?
L’idea che il servitore infedele aveva sul suo padrone corrispondeva al vero? Il concetto, anche sbagliato, che uno ha di Dio è sufficiente a condannarlo. Perché?
Quali sono le “piccole cose” che Dio mi ha affidate? Come posso farle fruttare alla sua gloria?
In questa parabola emergono alcune caratteristiche di Dio. Quali?

21 marzo

Luca 19:28-48

Se il Signore vuole servirsi di qualcosa di mio, come reagisco? In questo episodio, Gesù dimostra ai discepoli una sua qualità divina. Quale (v. 32)?
Con l’ingresso trionfale di Gesù in Gerusalemme si adempì la profezia di Zaccaria 9:9. Il v. 38 è una citazione del Salmo 118:26. In questo Salmo 118 quante cose si riferiscono a  Gesù?
Il fatto che Dio è misericordioso significa che nessun giudizio cadrà sugli impenitenti? Perchè alcuni odiarono Gesù?

22 marzo

Luca 20:1-19

Versetti 1-8, la risposta dei sacerdoti e degli scribi alla domanda di Gesù poteva sembrare una mossa astuta, ma in realtà rivelava la loro ipocrisia. In che modo? Come dovrei rispondere a chi, se capisco che ha motivi insinceri, mi domanda della mia fede?
Nella parabola dei vignaioli (vv. 9-19) chi erano i lavoratori cattivi e chi il figlio barbaramente ucciso?
Nel versetto 17 Gesù cita di nuovo il Salmo 118 facendo capire che quel Salmo parla di chi?
Può Dio trionfare malgrado la malvagità?

23 marzo

Luca 20:20-40

Compio fedelmente sia verso Cesare che verso Dio, in ubbidienza a Cristo, i miei doveri (vv. 20-26)?
Qual era il difetto di logica nel ragionamento dei sadducei riguardo alla risurrezione? La risposta di Gesù (vv. 37,38; cfr: Matteo 22:29) fa capire che la Parola di Dio va studiata in profondità. Questo studio ragionato e approfondito è alla portata di tutti. Perché allora si ha spesso una conoscenza superficiale delle verità spirituali?
Perchè è comodo non credere alla risurrezione?

24 marzo

Luca 20:41 - 21:4

Qual è la risposta alla domanda di Gesù nei vv. 20:41-44? Questo suo modo di ragionare sulle Scritture è qualcosa che faccio anch’io? Lo trovo difficile? Perché?  
Quali comportamenti il Signore condannava negli scribi (vv. 20:45 – 21:4)? Da quali tradizioni o regole religiose Cristo mi metterebbe in guardia se fosse qui oggi? L’episodi dell’offerta della vedova, che cosa mi insegna sulle mie offerte?

25 marzo

Luca 21:5-24

Dietro chi non devo andare (v. 8)? Quando i giornali parlano di guerre e catastrofi a cosa penso?
Il discorso di Gesù risponde a due domande distinte. Quali (v. 7)? Che differenze ci sono fra queste due domande?
Dio mi promette che non avrò difficoltà nella vita? Quali sentimenti produce in me sapere che Dio sta seguendo il suo programma?

26 marzo

Luca 21:25-38

Il futuro mi fa paura? Se sì, perché? Se no, perché?
Qual è l’essenza di tutto questo discorso di Gesù (vv. 28,31)? Mi fido delle sue parole?
In questo testo ci sono almeno 7 comandamenti diretti che devo mettere in pratica. Quali?
Contro quali tre cose devo stare in guardia (v. 34)?
Qual è lo scopo finale di tutti questi avvertimenti (v. 36)?
Quale parte ha la preghiera nella mia vita?
Dio mi proteggerà?

27 marzo

Luca 22:1-23

(Vv. 1-6) Quale parte ha Satana nei mali che succedono oggi?
Che cosa afferma il v. 13 di Gesù?
È possibile che Cristo “grandemente desideri” passare del tempo con me (v. 14)? Non lo trovi meraviglioso?
Le due “finché” nei vv. 16 e 18 cosa mi fanno capire?
Il dono di sé fatto da Cristo che significa per me?

28 marzo

Luca 22:24-38

Nel v. 25 con quale nome sono chiamati coloro che sottomettono le nazioni al loro dominio?  C’è una punta di ironia in questo nome? Come sono, invece, i veri benefattori della gente (v. 26)? Cosa si aspetta il Signore da me nei riguardi degli altri?
Che cosa ha disposto Gesù per gli Apostoli (vv. 29,30)?
Che sentimenti suscita in me l’affermazione di Gesù: “Ma io ho pregato per te” (v. 32)? Il Signore non ha pregato che Pietro non fosse stato provato, né che non l’avrebbe rinnegato… Ha pregato, invece, per che cosa?  Leggi anche Romani 8:31-39.

29 marzo

Luca 22:39-53

Gesù aveva dichiarato spesso di esser venuto per morire in croce e aveva affermato che avrebbe deposto la sua vita volontariamente. Come bisogna, allora, capire la sua preghiera nel v. 42a? Ho mai pregato, come Gesù, che solo la volontà di Dio fosse fatta nella mia vita? Continuo a pregare anche se altri “dormono”?
Cosa dimostrano di Gesù i vv. 47-53? Dio ha un suo piano anche nell’ora delle tenebre?

30 marzo

Luca 22:54-71

“Mi siedo” in situazioni compromettenti fra i nemici di Gesù (vedi Salmo 1:1)? La gente che mi incontra può indovinare o intuire che io appartengo a Gesù?
Che cosa comunicò lo sguardo di Gesù a Pietro nel v. 61?
Posso avere la calma di Gesù?
Nella risposta di Gesù (vv. 67-69) c’è tutta la cruda realtà dei suoi accusatori. Qual è, invece, l’atteggiamento che Cristo cerca in me?

31 marzo

Luca 23:1-25

Quali accuse portarono contro Gesù (vv. 2,5)? Cosa c’era di vero in queste?
Cosa afferma Pilato sulla colpevolezza di Gesù (vv. 4,14,15,22)? Perché Gesù non ha risposto nulla alle domande di Erode (vv. 8-11)?
Cristo mi mette in situazioni in cui cerco di “lavarmi le mani”? Vado contro alle mie convinzioni, come Pilato, se mi sento in pericolo? Cosa avrei fatto io al processo di Gesù?