log in

Leggiamo la Bibbia - Primo anno


Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/templates/gk_game/lib/framework/helper.layout.php on line 199

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 272

Settembre [anno 1]

Consigli utili per raccogliere frutto dalla lettura della Bibbia

Per trarre il maggiore profitto dall’uso di queste note:

  1. Fissa un periodo di 15-30 minuti giornalieri per la meditazione e la preghiera.
  2. Chiedi a Dio di aiutarti a capire il testo prima che leggerai.
  3. Leggi attentamente due volte il passo assegnato prima di occuparti delle domande.
  4. Usa le domande non come quiz, ma come spunti per la meditazione e per applicare ciò che hai letto alla tua vita in ogni particolare.
  5. Scrivi su un quaderno, con la data, il pensiero che Dio ti ha particolarmente suggerito come applicabile alla tua vita.
  6. Finito il tempo della meditazione, passa del tempo in preghiera, particolar­mente per i soggetti che Dio ti ha suggeriti du­rante la meditazione.
  7. Se, per qualunque motivo, non hai letto regolarmente, leggi i passi dei giorni saltati, ma medita soltanto sul passo del giorno in cui ricominci. Così non perderai il ritmo dello studio.

Settembre 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30

Il Vangelo secondo Matteo

Matteo ha scritto soprattutto ai credenti ebrei, e perciò presenta la figura di Gesù Cristo come Messia, “figlio di Davide”. Il contenuto di questo Evangelo riguarda specialmente gli insegnamenti di Gesù, particolar­mente nei suoi discorsi, nelle parabole e l’adempimento delle profezie e gli avvenimenti futuri.

1 settembre

Matteo 1:1-25

Gesù, oltre a figlio di Davide, è chiamato anche “figlio di Abramo” (v.1). Evidentemente Matteo voleva sottolineare che cosa?
Tutte le persone elencate (vv. 2-16) erano persone moralmente e spiritualmente giuste?
Sono elencate anche tre donne (vv. 3,5,6). Non erano donne ebree. Che cosa pensi che possa dimostrare?
Il v. 11 nomina Ieconia, uno dei discendenti di Giosia. Era della linea di Davide, ma per la condotta malvagia di suo padre, Joiachim, sia lui che i suoi discendenti furono puniti. Nessuno del loro ramo avrebbe potuto sedere sul trono di Davide. Giuseppe, marito di Maria, apparteneva proprio a quel ramo (v. 16; vedi anche Geremia 22:18-30). Che cosa significa riguardo alla nascita miracolosa di Gesù?
Perché è importante il fatto che Gesù sia nato da una vergine? In che modo l’angelo ha rassicurato Giuseppe? Qual era il punto principale del messaggio dell’angelo nel v. 21? Cosa imparo sul carattere di Giuseppe, in questo brano? C’è una lezione per me?

2 settembre

Matteo 2:1-12

Chi erano i magi? Erano dei re? Quanti erano?
Come mai i magi, i sacerdoti, gli scribi ed Erode ebbero delle reazioni così diverse alla notizia della nascita di Gesù (cfr. Gio­vanni 9:39)? Oro, incenso e mirra erano doni degni di un re. Quale dono posso offrire a Gesù, oggi? Leggi Michea 6:8!

3 settembre

Matteo 2:13-23

I versetti 15,17,18 e 23 indicano profezie adempiute. Cosa deduco sulla natura, l’autorità e l’importanza delle profezie bibliche? Il soprannome “Na­zareno” (v. 23) esprime disprezzo (cfr. Giovanni 1:45,46 e Isaia 53:3). Come seguace di Gesù, sono pronto anch’io ad essere disprezzato?

4 settembre

Matteo 3:1-17

Qual era il messaggio di Giovanni Battista (v. 2)? In che modo la sua predicazione “preparava la via” al Signore (v. 3)? Il messaggio di Giovanni è valido ancora oggi? Che cosa significa, secondo te, “ravvedimento”? Dispiacere per i nostri sbagli o qualcosa di più?
Gesù non aveva bisogno di essere battezzato, perché era senza peccato, ma nel battesimo s’identificava con quei peccatori che si ravvedono e a cui, credendo in Cristo, Egli avrebbe imputato la sua perfetta giustizia. Che cosa prefigurava il battesimo di Gesù (vv. 13-15)? Quante persone della Trinità vedo qui (vv. 16,17)?

5 settembre

Matteo 4:1-11

A cosa sembra fare appello Satana in ciascuna tentazione (vv. 3,6,9)? In che modo ri­sponde Gesù ogni volta? Satana conosce i miei punti deboli? Conosco abbastanza le Scritture per poter rispondere alle tentazioni di Satana (vedi Efesini 4:27 e Giacomo 4:7)?

6 settembre

Matteo 4:12-25

Qual era il messaggio centrale delle prime predicazioni di Gesù (v. 17)?  Perché è necessario, e addirittura essenziale, il ravvedimento? L’ho esperimentato veramente? Oltre al rav­vedimento, che cosa esigeva Gesù dai primi discepoli? Lo esige anche da me? Come?

7 settembre

Matteo 5:1-16

La parola “beato”significa “perfettamente felice”. Elenca le caratteristiche e le ricompense di una vita felice, come descritta nei versetti 3-11. Il messaggio di Cristo ribalta il modo di vedere e pensare della gente normale, ma anche modifica le prospettive dei credenti. Come? Da notare: Gesù parlava, non agli increduli, ma ai suoi discepoli. Il sale conserva e dà sapore, la luce illumina. È possibile che i credenti falliscano nel compito di essere “sale” e “luce” del mondo?

8 settembre

Matteo 5:17·32

Quale importanza dà Gesù alla legge? In che modo la rende più esigente  (vv, 21,22,27,28)? Gesù esamina non solo le azioni, ma anche che cosa? Che cosa, secondo te, voleva specialmente risvegliare nei discepoli? Cosa mi dice il v. 23 sull’importanza delle mie rela­zioni personali con gli altri? Cosa insegna il v. 32 sul divorzio?

9 settembre

Matteo 5:33-48

È attuale l’insegnamento sul giuramento? Come sarebbe la società se tutti praticassero il v. 37?
Che tipo di persona è descritta nei vv. 38-48? Debole? Senza polso? Remissiva? Perché Dio vuole che io le somigli?
In che modo devo “porgere l’altra guancia” alla gente? Lo faccio, o preferisco lottare per i miei diritti?
Sono te­nuto a fare di più dell’incredulo in tema di amore (vv. 44-48). Come?

10 settembre

Matteo 6:1-18

Cosa vuol dire “praticare la giustizia”? Faccio sempre male se voglio essere osservato quando lo faccio? Perché è importante che la nostra religiosità e pietà non sia solo esteriore? In che cosa consiste l’ipocrisia?
Prego per essere visto dagli altri, o per essere sentito da Dio? Quali cose precise Dio vieta nella preghiera  (vv. 5,7)? Quali cose, invece, comanda (vv. 6,9,14)? Quanto perdono io (vv.14,15)?
Cosa imparo su Dio e su me stesso dalla preghiera di Gesù (vv. 9-13)?
Che ruolo ha il digiuno nella mia vita (16-18)?

11 settembre

Matteo 6:19-32

Quali sono i tesori che ho sulla terra? Come faccio a accumulare dei tesori in cielo? Secondo te, è possibile accumularne e saperlo? Non rischio di ricercare la salvezza per mezzo delle opere? Perché non riuscirò mai a servire sia Mammona sia Dio (v. 24)?
Nei vv. 25-34 Gesù afferma che io non devo ______________ per ___________ o per ____________. Trovo facile a metterlo in pratica? Se non ho “niente” quaggiù, quale deve essere la mia preoccupazione (v. 33).

12 settembre

Matteo 7:1-12

In questo contesto, cosa significa “giudicare” (vedi Giovanni 7:24)? Che cos’è esattamente che il Si­gnore condanna nei vv. 1-5?
C’è un conflitto fra una fede totale e la perseveranza nella preghiera? Quando prego, cosa mi aspetto da Dio? Con che atteggiamento chiedo? Fiducia? Sottomissione? Pretese?
Il versetto chiave di questo passo è v. 12. Qual è l’essenza della legge?

13 settembre

Matteo 8:1-22

In che senso l’offerta che Mosè aveva prescritta doveva servire ai sacerdoti come testimonianza (v. 4; cfr. Levitico 14:1-7)?
Gesù ha guarito tanti diversi tipi di persone: la sua potenza era illimitata anche a distanza. Quale elemento rese la fede del centurione eccezionale (v. 8)?
Perché Gesù si è appar­tato (v. 18)? Questo mi indica qualcosa riguardo al mio lavoro per Lui? Gesù non ha mai fatto misteri che servirlo comporta dei sacrifici. Cosa ti pare che significhi  la risposta di Gesù nel v. 22? Vuol dire che dobbiamo tagliare i rapporti affettivi con i nostri cari?

14 settembre

Matteo 8:23-34

In quali due sfere vediamo l’autorità di Gesù in questo brano? Che cosa possiamo intuire, riguardo ai discepoli, dalla domanda che si sono fatti (v. 27)? I demoni credono e tremano (Giacomo 2:19) e sanno esattamente quale sarà il loro destino finale (v. 29).
Rileggi i primi due capitoli di Giobbe. Che cosa ci consola riguardo alla loro potenza e alla loro capacità di farci del male? Che cosa capiamo riguardo all’atteggiamento dei Gadareni nei confronti di Gesù e riguardo ai due indemoniati che erano stati guariti? Preferisco godere i beni materiali o la presenza e la vicinanza di Gesù?

15 settembre

Matteo 9:1-13

Gesù mostra la sua autorità sopra il più profondo problema dell’uomo. Qual è? È interessante che Gesù abbia fatto un miracolo per dimostrare la sua deità, mentre in altri casi ha rifiutato di farlo. Hai un’opinione sul perché del suo comportamento? I versetti 9-13 descrivono alcuni contrasti. Fanne un elenco. Cosa mi fanno capire su Gesù? E sull’uomo?

16 settembre

Matteo 9:14-34

Le due illustrazioni di Gesù (stoffa nuova e otri nuovi) erano diretti ai discepoli di Giovanni e ai farisei. Cosa significavano riguardo alle loro usanze e riti?
Le quattro guarigioni nei vv. 18-34 dimostrano la potenza di Gesù sulle malattie, sulla morte fisica e sui demoni. Notate le reazioni che hanno provocata. In quella dei farisei si scorge la malafede e il fatto che il fanatismo può veramente portare a negare la realtà.
Ho mai considerato il digiuno come un aiuto alla mia crescita spirituale e uno strumento per una maggiore potenza spirituale?

17 settembre

Matteo 9:35-10:15

Il v. 35, che cosa ci fa capire riguardo al ministero di Gesù e ai suoi metodi di lavoro? Con che spirito e atteggiamento serviva il Signore (vv. 36-38)? Che cosa insegna a me? Come vedo il mio prossimo?
Le istruzioni di Gesù ai di­scepoli (10:1-15) sono state in gran parte influenzate dalle condizioni par­ticolari dei tempi, ma trovo dei principi basilari per il mio mondo e le mie circostanze? E sul mio modo di testimoniare?

18 settembre

Matteo 10:16-33

Ho sofferto mai per il Si­gnore? Devo aspettare la persecuzione? Come la devo affron­tare? Ricordo di pregare per chi oggi è perseguitato a causa della sua fede?
Ritengo esagerato il pensiero del v. 30, oppure lo ac­cetto, con tutto ciò che implica, con gioia e con riconoscenza?

19 settembre

Matteo 10:34 - 11:1

Come si concilia la dichiarazione dei vv. 34-36 con il carattere di Gesù, Principe della pace? Lui vuole dai suoi seguaci un amore incondizionato. Amo qualcuno più di Gesù? Moglie, figlio, marito, fidanzata? Se sì, quale pericolo corro?

20 settembre

Matteo 11:2-24

In che senso il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di Giovanni Bat­tista (v. 11)? Giovanni Battista ha avuto qualche dubbio riguardo a Gesù (vv. 2,3). Era normale, nella condizione in cui si trovava. Come e per mezzo di che cosa Gesù lo ha confortato e ammonito?
Quale lezione personale devo imparare dal rimprovero di Gesù nei vv. 20-24? Le no­stre città sono migliori delle città nominate da Gesù? Sa­ranno punite? Che cosa faccio per far conoscere la verità ai miei concittadini?

21 settembre

Matteo 11:25-12:21

Nel cap. 11:25-30, c’è un condensato di teologia, vedia­mo l’autorità di Gesù (v. 27) e la sua umiltà (v. 29). Questo abbinamento che cosa dice a me sulla sua persona? E quale insegnamento trovo in quanto seguace di Gesù?
Inoltre, questo passo apre uno squarcio sulla perfetta comunione e unità di pensieri e intenti che esisteva e esiste fra il Padre e il Figlio (v. 27), la sovranità del Padre (v. 25) e anche la sovranità del Figlio (v. 27).
Il fatto che, poi, Gesù pronunci un invito universale a andare da Lui, per trovare riposo, ti sembra una contradizione al concetto della sua sovranità? Oppure è un’indicazione che la nostra mente è troppo limitata per capire i misteri della volontà di Dio e della responsabilità dell’uomo verso Dio e la sua volontà?
Nella mia vita ci sono atteggiamenti da fariseo (12:1-13)? Che cosa vuole Dio da me secondo il v. 7?
Secondo i vv. 9-21, la religione legalista come può far diventare? Quale lezione straordinariamente efficace diede Gesù (vv. 13,15-21)?

22 settembre

Matteo 12:22-42

Alla luce del contesto, quale peccato imperdonabile commisero i farisei (vv. 24, 28, 31,32)?
Di quale miracolo spirituale parlava Gesù nel v.33? È interessante che ne abbia parlato, con una metafora diversa anche a Nicodemo, un altro fariseo (Giovanni 3:3). Evidentemente le pratiche religiose non sono sufficienti per piacere a Dio!
Perché Gesù ha rifiutato di dare un segno speciale ai farisei (vv. 38,39)? Lo vedremo anche più avanti.
Ai farisei ha parlato chiaramente di alcune cose (v. 38-42)? Quali? Certamente della resurrezione, ma non solo.

23 settembre

Matteo 12:43-50

Che cosa insegna la breve parabola nei vv. 43-45 riguardo a chi cerca di migliorarsi e riformarsi spiritualmente e moralmente da solo e con le sue forze? Con quale atteggiamento la sua famiglia andava in cerca di Gesù, Maria compresa (vv. 46-50 e Marco 3:21)? Che cosa si intuisce dal loro atteggiamento? L’Evangelo di Giovanni dice chiaramente che i fratelli non credevano in Gesù, almeno per buona parte del suo tempo sulla terra (7:11).
Chi fa parte della famiglia di Gesù (vv. 49,50)? La risposta di Gesù ti rallegra?
Non c’è dubbio che Gesù amasse sua madre, ma costantemente prese le distanze da lei, per quanto riguardava il suo ministero. Perché?

24 settembre

Matteo 13:1-23

Perché la seminagione dello stesso seme dà diversi risultati? Quale condizione è essen­ziale alla produzione di molto frutto? Di che tipo di terreno è fatto il mio cuore? Perché Gesù ha usato delle parabole per insegnare (e celare!) delle verità (vv.13-15)? Che cosa si deduce dal v. 16?
I profeti dell’Antico Testamento parlavano di cose future, senza capirle e solo alcune volte  Dio ne rivelava loro il signifcato. In che cosa siamo più privilegiati di loro? E in che cosa siamo come loro?

25 settembre

Matteo 13:24-46

La parabola delle zizzanie (vv. 24-30) vie­ne spiegata nei vv. 36-43. Sarebbe bello che ci fosse una spiegazione per tutte le parabole, ma non è così!
Che cosa ci fa capire riguardo alla chiesa e alla sua situazione attuale? In che cosa i non credenti possono assomigliare ai credenti veri? Gesù ha parlato, in un altro Vangelo, anche  di lupi che si travestono da pecore!
Che cosa capiamo dai vv. 27,28? E dal v. 29?
I vv. 31-33 parlano di crescita. C’è implicato anche un avvertimento di possibili pericoli? Tieni presente che “gli uccelli” (13:4) hanno portato via il buon seme nella parabola del seminatore e il lievito era simbolo di peccato nei sacrifici dell’Antico Testamento.
Secondo te, in che modo si possono vedere raffigurati l’opera di Cristo e anche l’atteggiamento dei credenti nelle due parabole nei vv. 44-46?

26 settembre

Matteo 13:47-58

Secondo te, perché Gesù ha usato tante similitudini, nel cap.13, per illustrare lo stato del regno dei cieli? Pensi che la risposta potrebbe essere nel v. 52?
Come mai ci sono dei malvagi in mezzo ai buoni (vv. 47-50)? Che succede poi ai malvagi?
Hai notato quante volte Gesù ha parlato di giudizio, di fuoco, di pianto disperato dei condannati? Che cosa dice a me?
Gesù torna a Nazaret. Dalle considerazioni dei suoi compaesani cosa capiamo (vv. 54-56)? Secondo te, c’è un pericolo nella familiarità? Qual è il pericolo del pregiudizio? Di che cosa mi potrebbe privare (vv. 57,58)?

27 settembre

Matteo 14:1-13

C’è un contrasto netto fra i caratteri di Erode e di Giovanni Battista. Descrivili più in dettaglio possibile. Quale fu il vero motivo per cui Erode fu rattristato dalla richiesta di Salomè (confronta i vv. 5 e 9)? Che cosa rivela il v. 13, sulla relazione fra Gesù e Giovanni?

28 settembre

Matteo 14:14-36

In che cosa fallirono i di­scepoli in ciascuno di questi due miracoli? Tendo, a volte, a dubitare di Gesù, o a non riconoscerlo, in mezzo alle mie circostanze difficili? Quali lati umani del carattere dei dicepoli si manifestano? Paura e dubbio spesso vanno di pari passo. Dato che Gesù si era già fatto riconoscere (v. 27), la richiesta di Pietro, preceduta da un “se” a che cosa può far pensare? Che cosa ha rimproverato Gesù a Pietro? Come hanno reagito i discepoli nella barca?

29 settembre

Matteo 15:1-20

Perché Gesù dovette riprendere i farisei e gli Scribi? Come descriveresti il modo di ragionare dei farisei? In che modo potrei anch’io essere ipocrita come loro?  Su che cosa metteva l’accento Gesù? È anche troppo facile dare importanza all’esteriore anziché a ciò che è veramente importante. Devo farci attenzione!
Ci sono delle tradizioni extra-bibliche che osservo? Perché lo faccio? Perché le considero importanti?
Che cosa intendeva dire Gesù, quando parlava di “cuore” (vv. 8,18)? Le cose che escono dalla mia bocca mi contaminano?

30 settembre

Matteo 15:21-39

Perché Gesù ha trattato la donna cananea in modo apparentemente duro e crudele (i discepoli la volevano cacciare via!)? Quali qualità ha dimostrato quella povera donna?  Quale reazione ebbe Gesù? Quale premio ella ebbe alla fine (v. 28)?
Quale lezione importante imparo dalla seconda moltiplicazione dei pani (vv. 33-37)? Propendo a contare ancora sulle mie risorse umane, dopo aver sperimentato la potenza del Signore? Cosa ne dico della lentezza dei discepoli a imparare le lezioni di fede? Assomiglio a loro più che alla donna cananea?