log in

Leggiamo la Bibbia - Secondo anno


Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/templates/gk_game/lib/framework/helper.layout.php on line 199

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 272

Maggio [anno 2]

Consigli utili per raccogliere frutto dalla lettura della Bibbia

Per trarre il maggiore profitto dall’uso di queste note:

  1. Fissa un periodo di 15-30 minuti giornalieri per la meditazione e la preghiera.
  2. Chiedi a Dio di aiutarti a capire il testo prima che leggerai.
  3. Leggi attentamente due volte il passo assegnato prima di occuparti delle domande.
  4. Usa le domande non come quiz, ma come spunti per la meditazione e per applicare ciò che hai letto alla tua vita in ogni particolare.
  5. Scrivi su un quaderno, con la data, il pensiero che Dio ti ha particolarmente suggerito come applicabile alla tua vita.
  6. Finito il tempo della meditazione, passa del tempo in preghiera, particolar­mente per i soggetti che Dio ti ha suggeriti du­rante la meditazione.
  7. Se, per qualunque motivo, non hai letto regolarmente, leggi i passi dei giorni saltati, ma medita soltanto sul passo del giorno in cui ricominci. Così non perderai il ritmo dello studio.

Maggio 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31

1 maggio

Giuda 12-24

vv. 12-16 - Che cosa spinge e cosa caratterizza i falsi dottori?
vv. 17-18 – Che cosa devono ricordare i credenti?
vv. 20-23 – Che cosa devono fare i credenti (almeno 4 cose)? E quale atteggiamento devono avere verso coloro che si lasciano influenzare dai falsi profeti?
vv. 24-25 – Chi può preservare nella verità? A chi deve andare tutta la gloria?

2 maggio

LIBRO DI NEEMIA

La storia della ricostruzione delle mura di Gerusalemme, e di un patriota usato da Dio per migliorare le condizioni morali e materiali del suo paese.

Neemia 1:1-11

Come reagì Neemia alle brutte notizie sul suo popolo (vv. 3,4)?
Cosa posso imparare dalla sua preghiera (vv. 5-11):
- Quali cose riconosce su Dio (v. 5)?
- Con quale appellativo descrive se stesso e il popolo d’Israele (vv. 6,10)?
- Quali cose confessa personalmente (vv. 6,7)?
- A che cosa fa appello per essere ascoltato (vv. 8,9)?
Neemia era coppiere del re, un funzionario fidato che doveva gustare il vino prima che il re ne bevesse (v. 11).

3 maggio

Neemia 2:1-9

Il dialogo fra Neemia e il re (vv. 2-8) rivela la fiducia di quest’ultimo nel suo coppiere. Mostrarsi tristi in presenza del re poteva essere pericoloso. Come mi vedono i miei colleghi e i miei vicini?
Davanti al re Neemia prega in cuor suo una preghiera segreta e breve, ma certamente intensa e fiduciosa (vv. 4,5) la risposta alla quale si trova nel v. 8. Godo di una comunione così intima con Dio?

4 maggio

Neemia 2:10-20

Entrano in scena i primi avversari. Samballat era probabilmente governatore della Samaria. I tre nominati nel v. 19 guideranno la lotta contro gli israeliti che vogliono ricostruire le mura.
Quale principio spirituale fondamentale si trova nel v. 12 (cfr. Filippesi 2:13)?
Perché Neemia rimane fiducioso e con la certezza di riuscire nell’impresa (v. 20, crf. v. 18)?

5 maggio

Neemia 3:1-15

Leggendo attentamente questo brano e quello che segue, si può avere una buona idea di come fossero le mura di Gerusalemme e della collocazione delle varie porte. Uomini di ogni classe sociale e mestiere presero parte ai lavori. Fra i volonterosi ci furono alcuni troppo orgogliosi per partecipare (v. 5).
Che valore do al lavoro manuale nella chiesa?

6 maggio

Neemia 3:16-32

Un uomo spicca nel racconto (v. 20). Perché?
Come valuto il fatto che alcuni hanno ricostruite le mura presso le loro case?
Ognuno fece una piccola parte, ma insieme, l’impresa ardua si compì in breve tempo. Che cosa imparo da questo esempio?

7 maggio

Neemia 4

L’opposizione segue il successo. I nemici d’Israele potevano avere motivazioni materialiste o razziste per odiare gli Ebrei, ma senza dubbio erano ispirati da Satana che tentava di impedire il piano divino per la venuta di Cristo.
Quali diversi tipi di difficoltà c’erano (vv. 1,7,8) e in che modo sono state affrontate (vv. 4,9,14)?
L’assoluta fiducia in Dio si fonde col pragmatismo: La preghiera è stata accompagnata da quali azioni (vv. 16-23)?
Quando sono attaccato per la mia fede, come reagisco? Alla luce del 2 Timoteo 3:12 come mi comporto?

8 maggio

Neemia 5

Quale ingiustizia ha dovuto correggere Neemia (vv. 1-13)? Come l’ha fatto? Chi erano i colpevoli di questo sfruttamento del popolo indigente (v. 7; cfr. 3:5)?
Quali doti facevano di Neemia un governatore eccellente? In che cosa assomigliava all’Apostolo Paolo? E a Gesù?
Il v. 15 contiene il segreto di una condotta veramente cristiana, per tutti, in qualsiasi campo.

9 maggio

Neemia 6

Da quali parti vennero gli osta­coli (vv. 2,9,10,12,17)? Quale ricorso ebbe Neemia (vv. 9,14,16)?
La strategia del Nemico consiste nel:
- Deridere e disprezzare (2:19; 4:1)
- Creare confusione (4:8)
- Attaccare la fiducia in Dio (4:10)
- Attaccare fisicamente (4:11)
- Rendere difficile il lavoro (4:17,18)
- Dissapori e ingiustizie dall’interno (5:1-13)
- Fuorviare tramite falsi profeti (6:14)
- Impaurire e spaventare (6:14,19)
Se la gente sparla di me, come dovrei reagire?

10 maggio

Neemia 7

Per quale motivo principale Neemia affidò il comando di Gerusalemme al governatore della fortezza (v. 2)? Quando mi spetta di affidare un compito a qualcuno, quale criterio uso?
Che cosa mancava alla città di Ge­rusalemme (v. 4)?
L’opera di censimento (nomi e statistiche nei vv. 7-60) ebbe quale scopo (vv. 61,64)? La purezza della famiglia sa­cerdotale fu un elemento essenziale al buon andamento della città ristabilita. Perché (vv. 65,73)?

11 maggio

Neemia 8

Il primo solenne raduno di po­polo avvenne in occasione di che cosa (vv. 1-3)? Quale segno c’è dell’importanza di questa occasione (vv. 5-7)? Bastava la lettura (v. 8)? Quando leggo la Bibbia, cerco di comprenderla in modo da poter spiegarla anche agli altri?
A cosa può esser dovuta la reazione del popolo nell’ascoltare le parole della legge nel v. 9? E nel v. 12?
Chi sono quelli che nel v. 13 si radunarono a esaminare le parole della legge? Secondo questo versetto, se sono un capofamiglia, qual è la mia responsabilità verso i miei?

12 maggio

Neemia 9:1-15

Quali segni di un vero penti­mento diede il popolo (vv. 1-3)? Nel v. 2 il popolo ha confessato non solo i propri peccati, ma anche l’iniquità dei suoi padri. Perché era importante riconoscerla e confessarla? Lo è ancora oggi? Se sì, perché? Se no, perché?
La lunga preghiera pubblica e collettiva (vv. 5-37), con ogni probabilità, era stata scritta prima (vedi vv. 4,5) e ripercorreva la storia d’Israele che il popolo aveva sentita leggere nel capitolo 8. Che vantaggio c’è nello scrivere in anticipo delle preghiere per leggerle poi pubblicamente?
In questa preghiera ci sono dei punti che possono aiutarmi e guidarmi nella mia confessione, ado­razione e gratitudine (vv. 6,8,13,15).

13 maggio

Neemia 9:16-27

Quali verbi precisi descrivono la condotta ingrata e disubbidiente degli Ebrei nei vv. 16-18,26? In che cosa rischio di assomigliarli?
Che cosa dicono i vv. 17-25 su Dio (fai un elenco dettagliato)? Riconosco la sua cura amorosa nella mia vita? Lo ringrazio per questo?
I versetti 26 e 27 si riferiscono agli eventi narrati nel libro dei Giudici. Anche in mezzo al castigo, che cosa fa Dio per un suo figlio?

14 maggio

Neemia 9:28-37

I vv. 28,29 potrebbero essere un ritratto del mio comportamento?
Che cosa voleva fare Dio nel v. 29 e perché?
Come è descritto Dio nei vv. 31-33 (nota almeno 9 qualità precise)?
Qual è il punto principale di questa preghiera?

15 maggio

Neemia 9:38 - 10:39

I firmatari (10:1-27) e tutto il popolo rinnovano il patto con Dio. Quali sono gli impegni precisi (10:30-38) inclusi nel duplice impegno di osservare tutta la legge (10:29) e di non abbandonare la casa di Dio (10:39)?

16 maggio

Neemia 11

Abitare in una città ancora poco attraente (vedi 2:3-17) doveva essere un sacrificio (v. 2). Sono pronto a servire nel posto più bisognoso, anche se non di mio gradimento? Da notare l’aggettivo “valorosi”, per quelli che si stabilirono a Gerusalemme, e l’accento sulla casa di Dio e sul culto.

17 maggio

Neemia 12

Il censimento dei sacerdoti e dei Leviti (vv. 1-26). I due cori e cortei alla consacrazione delle mura fanno un bel contrasto con il viaggio solitario di Neemia nel ca­pitolo 2. Mi ricordo di ringraziare Dio per le mie gioie (v. 43)?
I principi di ordine, rego­larità e generosità nelle offerte (12:44-47) valgono anche oggi? Perché?

18 maggio

Neemia 13:1-14

Capire la Bibbia deve portarmi a cambiare qualche abitu­dine (13:1-3)?
In quali modi specifici il popolo era venuto a meno nell’osservare il patto giurato nel capitolo 9?
La reazione di Neemia nei vv. 8,9 è simile al quella di Cristo in Matteo 21:12,13. Che cosa mi insegna riguardo al luogo di culto?
Qual era la colpa dei magistrati (13:10-13)?

19 maggio

Neemia 13:15-32

I moniti (vv. 15-18) furono rin­forzati da quali provvedimenti accorti (vv. 19-21)? Niente minacce vuote!
I nemici Samballat e Tobia riuscirono a diventare influenti a Gerusalemme perché il popolo disubbidì ad una legge di Dio (vv. 4,23,28). Che cosa mi insegna questo fatto?
Domanda di concetto: Durante l'assenza di Neemia da Gerusalemme il popolo ha cominciato a sviarsi dall'impegno preso davanti a Dio. Quanta importanza do, nella mia vita, alle persone spiritualmente più mature di me? E al frequentare regolarmente gli incontri della mia chiesa?

20 maggio

LIBRO QUINTO DEI SALMI (107-150)

Salmo 107:1-32

Ci sono quattro illustrazioni della potenza di Dio nel curare e liberare: i viaggiatori erranti (vv. 4-9); i prigionieri (vv. 10-16); gli ammalati (vv. 17-22); i marinai (vv. 23-32).
- Qual era la causa del loro malessere?
- Quali erano i sintomi?
- Che cosa hanno fatto per essere liberati?
- In che modo sono stati aiutati da Dio?
C’è una frase che si ripete più volte (vv. 8,15,21,31): per chi era questa esortazione? In cosa consisteva? Dovrei farlo anch’io? perché? Come fare in pratica?

21 maggio

Salmo 107:33-42

La sovranità di Dio è manifesta nelle sue maledizioni (vv. 33,34) e nelle sue benedizioni (vv. 35-38). Cosa provocano le azioni di Dio sugli uomini retti? E sui malvagi (v. 42)?
Chi è saggio come risponde a tutto ciò (v. 43)? E io, come rispondo?

22 maggio

Salmo 108

Quale caratteristica di Dio è evidenziata in questo salmo?
La lode (vv. 1-5) è seguita da una affermazione di fiducia personale in Dio (vv. 6-13).
Nel Salmo 57:7-11 e nel Salmo 60:5-12, questi due temi sono una ripetizione di canti già usati in altre situazioni.
Quali affermazioni personali posso fare considerando queste qualità di Dio?
Quanto è frequente la mia lode al Signore? Ho le stesse certezze del salmista? Perché sì o perché no?

23 maggio

Salmo 109:1-20

Il salmista è attaccato da accuse ingiuste. Con chi si sfoga? (vv. 1-5).
Chi è il Giusto Giudice per eccellenza? Cosa sta chiedendo a Dio il salmista? (vv. 6-20). Quando altri parlano male di me, o ripagano l’amore con l’odio, come reagisco?
Con chi mi sfogo per primo?
Come posso controllare l’istinto di ripagarli con la stessa moneta?
Come posso avere l’atteggiamento giusto (v. 20)?

24 maggio

Salmo 109:21-31

Dai versetti precedenti si nota un cambiamento di atteggiamento.
Cosa succede dopo lo sfogo del salmista? Come cambiano le sue parole?
Riconosce in Dio quale caratteristica (vv. 27,28)?
Nei vv. 30,31 cosa è incoraggiato a fare? Sono pronto a imitarlo? Mi viene naturale oppure ho qualche difficoltà.

25 maggio

Salmo 110

Presenta Gesù come Re santo e come Sacerdote. E anche come Giudice.
Come parafrasare il v. 3 ? Che significa “volenteroso”?
Qual è il mio atteggiamento davanti alle cose che il Signore mi chiede di fare?
Davanti a un Dio così, c’è qualcosa nel mio atteggiamento che dovrei rivedere?
Oppure, vedo motivi per cui lodarlo?
Il versetto 4 è spiegato in Ebrei 6:20-7:24. Saprei riassumerne brevemente il significato?

26 maggio

Salmo 111

Il salmista inizia con “Alleluia” e motivi di lode al Signore: quali sono?
Quanto tempo passo lodando Dio? Mi è difficile trovare spunti?
Quanto influisce la creazione nella mia lode?
Che significato ha per me il v. 9?
Qual è il segreto della sapienza (v. 10)? Secondo il collegamento con Proverbi 1:7 chi è saggio e chi è stolto? Che significa “Timore del Signore”?

27 maggio

Salmo 112

Il ritratto dell’uomo giusto. Come si comporta davanti a Dio (vv. 1,7)? Verso gli altri (vv. 4,5,9)? Che cosa gli promette il Signore (vv. 2,3,8)?
Tutto dipende dal suo atteggiamento verso Dio: timore, conoscenza della Parola, ubbidienza, fiducia. Considerando questi quattro elementi nella mia vita, posso essere soddisfatto? Posso migliorare in qualcuno di questi aspetti?
Quanto influisce tutto questo sul relazionarsi con gli altri?

28 maggio

Salmi 113,114

In termini generali (Salmo 113) e con riferimenti precisi, ricordando la storia d’Israele (Salmo 114), si sottolinea la grandezza del Dio onnipotente che si curò del suo popolo. Cosa fece in dettaglio?
Ripensando alla mia vita, ci sono cose che evidenziano la sua cura per me?
Mi prendo un po’ di tempo per pensare e ringraziare Dio alla fine della mia giornata per ciò che ha fatto? Se non vedo questa cura quale potrebbe essere l’ostacolo?

29 maggio

Salmo 115

Secondo questo salmo, per quali motivi siamo esortati a lodare Dio (vedi vv. 1,3,9-18)?
Che differenze noto tra gli idoli visibili (vv. 4-8) e il Signore?
Sono pronto a prendermi l’impegno del v. 18?

30 maggio

Salmo 116

Salmo di ringraziamento per la liberazione dalla morte. Perché l’autore ama Dio (vv. 1,2)?
Cosa ha fatto nel momento del pericolo  (vv. 3,4)? Qual è la mia prima reazione se sono in pericolo o nella prova? Ricordo almeno una esperienza in cui ho visto Dio agire in mio favore dopo aver gridato a Lui? Come ho reagito dopo?
Cosa dice l’autore sul suo stato e cosa del carattere e le azioni del Signore?
Secondo i vv.10,12,14,17-19 cosa è spinto a fare ora il salmista?
Lodare e ringraziare Dio cambia i cuori: come sta il mio cuore oggi?

31 maggio

Salmo 117; 118:1-14

Il Salmo 17, il più breve capitolo della Bibbia, cosa invita a fare, e perché?
Introduce il Salmo 118, in cui una frase si ripete sempre: quale?
Quale era la condizione del salmista? A cosa lo hanno spinto le circostanze? Come ha reagito il Signore alle sue richieste?
La considerazione finale dell’autore è al v.14. Cosa mi suggerisce? In situazioni in cui ho gridato a Dio, Lui mi ha risposto? Sto ancora aspettando? Come sto reagendo, continuo a gridare a Lui o mi sono arreso? Il v. 14 è anche il mio pensiero o no? Perché?