log in

Leggiamo la Bibbia - Secondo anno


Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/templates/gk_game/lib/framework/helper.layout.php on line 199

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /home/istitutobiblicobereano/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 272

Luglio [anno 2]

Consigli utili per raccogliere frutto dalla lettura della Bibbia

Per trarre il maggiore profitto dall’uso di queste note:

  1. Fissa un periodo di 15-30 minuti giornalieri per la meditazione e la preghiera.
  2. Chiedi a Dio di aiutarti a capire il testo prima che leggerai.
  3. Leggi attentamente due volte il passo assegnato prima di occuparti delle domande.
  4. Usa le domande non come quiz, ma come spunti per la meditazione e per applicare ciò che hai letto alla tua vita in ogni particolare.
  5. Scrivi su un quaderno, con la data, il pensiero che Dio ti ha particolarmente suggerito come applicabile alla tua vita.
  6. Finito il tempo della meditazione, passa del tempo in preghiera, particolar­mente per i soggetti che Dio ti ha suggeriti du­rante la meditazione.
  7. Se, per qualunque motivo, non hai letto regolarmente, leggi i passi dei giorni saltati, ma medita soltanto sul passo del giorno in cui ricominci. Così non perderai il ritmo dello studio.

Luglio 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31

1 luglio

Atti 13:26-41

Il discorso di Paolo adesso cade su Gesù: la sua morte, la sua resurrezione, la salvezza per mezzo di Lui. Su quale tasto preme Paolo più insistentemente (vv. 30,33,34,35,37)? Perché? Qual è la promessa per chi crede (vv. 38,39)?

2 luglio

Atti 13:42-52

Per quale motivo una folla grande è venuta il sabato seguente (v. 44)? Chi reagì male e come? La decisione divina di dare la buona novella ai non Giudei fu una decisione improvvisa e impensata (v. 47)? Devo aspettarmi anch’io lo stesso tipo di opposizione oggi se seguo e predico Cristo (v. 50)?

3 luglio

Atti 14:1-10

Quali tre fattori contribuirono al successo della predicazione di Paolo e Barnaba (vv. 1,3)?
Il fatto che i Giudei “avevano rifiutato di credere” (v. 2) cosa dice sul loro conto e sulla responsabilità umana riguardo alla salvezza?
La fuga degli apostoli (vv. 5,6) fu causata dalla paura?
L’uomo zoppo (v. 8) era in una situazione disperata, ma egli ebbe un gran dono (v. 9). Quale?

4 luglio

Atti 14:11-28

La folla cerca di adorare gli apostoli, mentre questi annunciano la liberazione da tali “cose vane” (cfr. v. 15 con 1 Corinzi 8:5,6). Che tipo testimonianza Dio aveva dato di se stesso ai popoli attraverso i secoli (vv. 16,17)?
L’avvertimento del v. 22b è per noi credenti oggi? Di quali tribolazioni si tratta?
Quale dettaglio spicca nel rapporto fatto alla chiesa di Antiochia (v. 27)?

5 luglio

Atti 15:1-12

Da parte di chi nasce la questione della circoncisione dei nuovi convertiti non Ebrei (v. 5)? Come hanno affrontato il problema gli apostoli e gli anziani?
La conferenza di Gerusalemme si apre con la considerazione delle esperienze di Pietro e poi di Paolo e Barnaba, con gli stranieri. Quale fu il nocciolo del ragionamento di Pietro (vv. 8-11)?

6 luglio

Atti 15:13-34

Giacomo, il fratello di Gesù, offre il suo giudizio per mettere d’accordo le parti. Su che cosa si fonda (vv. 16-18)? Cercare risposte nelle Scritture è un compito esclusivo delle guide della chiesa?
Con quali mezzi la decisione ratificata è stata comunicata alle altre chiese? C’è una falsariga valida per la soluzione di dispute o contese nelle chiese di oggi?

7 luglio

Atti 15:35 - 16:10

Nella contesa fra Paolo e Barnaba per il problema di Giovanni Marco, chi aveva ragione? Perché? O avevano tutti e due torto (vedi anche 2 Timoteo 4:11)? Posso non essere d’accordo con un fratello eppure continuare ad amarlo?
In che modo lo Spirito Santo interviene per indicare la direzione giusta (16:6-9)?

8 luglio

Atti 16:11-22

Il vangelo raggiunge l’Europa. Il v. 13 offre un contrasto vivido col passato (13:14-16; 14:1-2).
Luca, nei vv. 14,15, con poche parole, fa notare gli elementi necessari per la conversione genuina di una persona:
- Lidia temeva Dio
- stava ascoltando
- il Signore le aprì il cuore
- era attenta alle cose dette da Paolo
- fu battezzata rendendo pubblica testimonianza della sua fede
- si mise a servire i fratelli.

Per quale motivo Paolo non voleva che la serva con lo spirito di divinazione fosse associata con Sila, Luca e lui? Quanta attenzione presto a non identificarmi o associarmi con chi non è integro nel seguire il Signore?

9 luglio

Atti 16:23-40

Paolo e Sila in prigione dimostrano la realtà della loro predicazione. Quale segno pratico di conversione è dato dal carceriere (v. 34)?
È giusto che un credente faccia appello alle autorità per vendicare i suoi diritti (vv. 35-40)? Sempre? Paolo si sarà comportato così per motivi personali, oppure avrà pensato al bene dei credenti che restavano in quella città?

10 luglio

Atti 17:1-15

Paolo dimostra la necessità della sofferenza e risurrezione di Cristo basandosi sull’Antico Testamento, citando profezie del Messia che gli Ebrei oggi rifiutano di considerare. In che cosa i Giudei di Berea mi sono d’esempio (v. 11)?
Quanta strada hanno fatto quelli che accompagnarono Paolo nel v. 15? Il mio affetto verso i fratelli mi spinge a fare altrettanto?

11 luglio

Atti 17:16-34

Il ragionamento di Paolo davanti ai greci è diverso da quello da lui usato coi Giudei. Perché?
In che modo particolare e preciso lui risponde alle filosofie greche dell’epoca (fare una ricerca su stoicismo e epicureismo)?
v. 24a _____
v. 24b _____
v. 25a _____
v. 25b _____
v. 29  _____
v. 30  _____
v. 31 ______

Io saprei rispondere adeguatamente alle filosofie odierne?
Il messaggio centrale era diverso (vv. 30,31)?

12 luglio

Atti 18:1-17

Paolo trova ospitalità presso degli amici giudei, dello stesso mestiere. Essi diventano collaboratori (vedi Romani 16:3).
Il rifiuto del vangelo comporta quale giudizio (v. 6)? Qual è la mia responsabilità (vedi Ezechiele 33:9)?
Il Signore incoraggia Paolo e gli promette proteggerlo (vv. 9,10). Leggi le parole di Paolo riguardo il suo stato d’animo a Corinto (1 Corinzi 2:1-5)!

13 luglio

Atti 18:18-28

Paolo si batteva per la libertà cristiana. Perché allora fece un voto radendosi il capo (vedi anche Atti 21:24 e confronta con Numeri 6)? Da tenere presente che il libro degli Atti è un libro di transizioni dal Vecchio Patto al Nuovo. Inizialmente la chiesa era composta solo da Giudei.
Dovrei imitare Apollo in questi punti:
- la sua conoscenza della Bibbia (v. 24)
- il suo entusiasmo (v. 25)
- il suo modo di predicare (vv. 25,26)
- la sua accettazione dell’aiuto di Priscilla e Aquila e la sua disponibilità (vv. 27,28)?

14 luglio

Atti 19:1-22

I vv. 1-6 dimostrano i risultati della parziale conoscenza e istruzione di Apollo, esposta in 18:25. Cerco di guidare e istruire altri su qualcosa che so di non capire (o di praticare)?
Quale potrebbe essere una ragione per i miracoli che Dio fece tramite Paolo (vv. 11-20)?

15 luglio

Atti 19:23-41

Per che cosa era preoccupato Demetrio (vv. 24-27)? Con quali argomenti è riuscito a convincere i suoi colleghi (vv. 25-27)?
Rifletti sul comportamento di Paolo in questa situazione. Descrivi il suo carattere basandoti sui vv. 30,31.
Chi calmò il loro furore (vv. 35-41)? Dio usa chi vuole, quando vuole.

16 luglio

Atti 20:1-16

La domenica (giorno della resurrezione) è diventato giorno di raduno per “rompere il pane” (v. 7) in memoria della morte del Signore. Paolo ha a cuore l’incoraggiamento delle giovani chiese; a questo scopo addestra i credenti delle varie comunità, portandoli con sé. È un’idea utile e attuabile oggi?

17 luglio

Atti 20:17-38

Pensando al comportamento di Paolo, al suo servizio, alla sua fedele predicazione e al suo zelo, in quali punti mi accorgo di venir meno?
Cosa vuol dire Paolo quando afferma di essere “legato dallo Spirito” (v. 22)? Che cosa dimostra di sé?
Che cosa è “tutto il consiglio di Dio” (v. 27)? Sono in grado di trasmettere tutto il consiglio di Dio agli altri?
Qual è il compito principale di ogni credente (v. 28a)? Come lo si fa? Il versetto 28 è una prova della Trinità. In che senso?
Quale comandamenti precisi dà Paolo agIi anziani? Ho esperimentato, almeno in parte, la verità del v. 35?
Il pericolo più grave per la chiesa viene da dove? Quali sono alcune delle cose “perverse” (v. 30) predicate oggi? Come si devono prevenire questi attacchi?

18 luglio

Atti 21:1-16

Il viaggio di Paolo verso Gerusalemme è allietato dall’ospitalità di molti (vv. 4,7,8,16). Trovo gioia nell’esercitare questo compito?
Come valuto la reazione dei credenti alla profezia di Agabo (vv. 11-14)? Che effetto aveva la risolutezza di Paolo sui credenti (v. 16)?

19 luglio

Atti 21:11-36

Il suggerimento degli anziani di Gerusalemme (vv. 20-25) è stato un compromesso (vedi 1 Corinzi 9:20-23; 10:32,33)? Quale pericolo prevedevano? Cosa c’era del vero nelle accuse contro Paolo? Come hanno pensato di dimostrare l’infondatezza delle accuse?
Perché Paolo fu arrestato (vv. 31-33)? Penso che egli sia rimasto sorpreso o deluso dal suo trattamento ricevuto dai giudei e dai romani? In che modo si stavano verificando le parole di Gesù in Giovanni 15:18-25?

20 luglio

Atti 21:31 - 22:16

Invitato a difendersi, Paolo non predica, ma racconta la sua conversazione e vita da credente. Paolo sta rispondendo alle accuse? Come avrei agito io se fossi stato al suo posto? Chi era il protagonista della testimonianza di Paolo?
La mia testimonianza personale, semplice e onesta è uno strumento potente. Lo uso con consapevolezza?

21 luglio

Atti 22:11-29

Che cosa mi dice il v. 27 sulla sovranità di Dio e il suo diritto di disporre dei suoi servitori (e di me!) come meglio gli pare? Perché Paolo si comporta diversamente qui (vv. 25-29) da come si comportò a Filippi (vedi 16:22,23)?

22 luglio

Atti 22:30 - 23:10

Nel Nuovo Testamento, il sinedrio è stato convocato 5 volte per pronunciarsi sulla fede in Cristo (Marco 14:53-65; Atti 4:5-22; 5:21ss; 6:12ss e adesso). Qual è stato ogni volta la decisione del sinedrio? Che cosa dimostra?
L’ira di Paolo (23:3) fu un’ira santa, perché la sua coscienza era pienamente a posto. Posso dire altrettanto (23:1) quando mi arrabbio per un insulto o un’ingiustizia? Paolo dimostra astuzia nel dividere il Tribunale (23:6).

23 luglio

Atti 23:11-24

La visione e le parole del Signore (v. 11) incoraggiarono Paolo, dopo le difficoltà dei giorni passati e in vista della prova del domani. Come il Signore incoraggia me?
Di chi si servì il Signore per sventare la congiura contro Paolo?
(v. 16a) _____
(v. 16b) _____
(v. 17) _____
(v. 18) _____
(v. 23a) _____
(v. 23b) _____
Quante risorse ha il mio Dio!

24 luglio

Atti 23:25 - 24:9

Paolo è mandato dal governatore Felice, accompagnato da una lettera di Lisia (23:26-40). Quali mezze verità si trovano in essa? Quali sono le cose che il tribuno trascurò di menzionare?
Che tipo di uomo fu Tertullo, giudicando da 24:3,4? Quante accuse vengono mosse contro Paolo (24:5,6)? Quante sono false?

25 luglio

Atti 24:10-26

Paolo si difende (vv. 10-21) e, in seguito, ha altre opportunità di parlare (vv. 24-26). Quale doveva essere il verdetto di Felice (leggi i vv. 23:29; 24:13,19,20)?
Paolo menziona la risurrezione (v. 21). Questa dottrina determina una differenza nella mia vita? Sarei pronto a parlare francamente della mia fede davanti a un magistrato?

26 luglio

Atti 24:27 - 25:12

Paolo è stato tenuto così a lungo in prigione solo per un capriccio umano (24:27)? L’appello (25:11) era un suo diritto; perché ha deciso così (25:10)? Ha fatto bene, nonostante le conseguenze?

27 luglio

Atti 25:13-27

Cosa afferma Festo a Agrippa sulla colpevolezza di Paolo?
Quali elementi confermano la giustizia del trattamento di Paolo (vv. 16-19; 25-27)?
In che modo Dio si è servito dei personaggi di questo capitolo per realizzare il suo piano (vedi Atti 23:11)? Considero le autorità sotto questo aspetto?

28 luglio

Atti 26:1-11

Paolo narra la sua storia, cominciando dalla sua conversione. I vv. 6-8 sono una sintesi del problema reale. La sincerità di Paolo (vv. 9,10) rendeva ammissibile il suo comportamento?

29 luglio

Atti 26:12-32

La conversione (vv. 12-15) e il mandato (vv. 16-18) di Paolo. Quali dottrine sono contenute nel v. 18?
Se analizzo l’obbedienza di Paolo (vv. 19-23) cosa capisco del suo messaggio, del costo dell’obbedienza, dell’aiuto di Dio? La mia obbedienza mi costa qualcosa?

30 luglio

Atti 27:1-15

Quali incoraggiamenti Paolo ha ricevuto all’inizio del suo viaggio? Ho mai ricevuto una benedizione inaspettata durante un periodo di prova? Il “Digiuno” ricorreva verso la fine di settembre, e segnava la fine della stagione adatta alla navigazione.

31 luglio

Atti 27:16-44

Nel pericolo, le reazioni sono diverse. Come reagisce Paolo (vv. 24,25)? Come ha potuto rimanere calmo e ispirare gli altri? Ho io delle risorse interiori e spirituali per i tempi difficili?
Come si comportarono i marinai (vv. 30-32) e i soldati (vv. 42,43)? L’aver trascurato il consiglio di Paolo (vv. 9-12) ha causato il naufragio. Contro ogni previsione la promessa di Dio si avvera (vv. 22-24,44).